Home    La casa sana? ecco 5 sistemi per purificarla

Riscaldano, raffrescano, deumidificano, immettono aria priva di batteri negli ambienti e fanno risparmiare energia. Sono i nuovi impianti di ventilazione meccanica controllata

Quando si parla di comfort, il pensiero va subito alla casa. Un ambiente caldo e protetto pronto ad accoglierci. Ma non è sempre così. Infatti, proprio la casa può essere la nostra nemica e nascondere molte insidie, una di queste è l’aria che respiriamo. E se è vero che la nuova normativa sulla certificazione energetica degli edifici ha contributo a una svolta nell’edilizia verso case a basso consumo energetico con una buona coibentazione, è vero anche che eliminando le infiltrazioni d’aria si sono create case praticamente ermetiche con conseguente ristagno degli inquinanti interni e il pericolo di eccessiva umidità. La qualità dell’aria interna è così minacciata da muffe, polveri sottili, microorganismi, formaldeide e vapori dei detersivi che ristagnano all’interno degli ambienti. Per salvaguardarci occorre cambiare aria, in genere, però, non è sufficiente aprire le finestre perché potrebbero entrare altri inquinanti come smog e polveri sottili, specie se si abita in zone di grande traffico. Inoltre, aprendo spesso le finestre, disperdiamo calore in inverno e fresco in estate con conseguente spreco di energia. Ecco allora che vengono in aiuto i nuovi impianti di ventilazione meccanica controllata.
Schema di funzionamento del sistema MyDatec
next Schema di funzionamento del sistema MyDatec
Abbiamo chiesto all’ingegner Paolo Grassini, Product Development Engineer di MyDATEC, di spiegarci come funzionano e quali sono i vantaggi che ne derivano.
«I moderni impianti, oltre ad avere il compito di filtrare l’aria degli ambienti con il sistema di ventilazione meccanica controllata, si distinguono per il fatto che privilegiano l’uso di fonti rinnovabili di energia dando un ruolo primario alla tecnologia della pompa di calore e al raffrescamento – racconta Grassini —. Tra i vantaggi c’è sicuramente l’aumento del valore dell’immobile, infatti migliora la classe energetica; migliora il comfort in ogni stagione dell’anno con la giusta temperatura estate e inverno, l’aria è più salubre e c’è un equilibrato grado di umidità; e in ultimo, fattore non trascurabile, un abbattimento di circa il 50% del consumo di energia primaria».
Questi apparecchi si possono installare anche in edifici esistenti?
«Naturalmente sì, occorre semplicemente farsi fare un piccolo progetto dall’impiantista che troverà la soluzione migliore alla propria situazione e consiglierà il tipo di macchina in base alle dimensioni dell’appartamento e al volume di aria da rinnovare — spiega Grassini —. Noi di MyDATEC abbiamo due tipi di impianti per la VMC termodinamica: la serie verticale SMART V, ideale per le nuove costruzioni e per gli appartamenti in ristrutturazione, si installa a terra all’interno di locali tecnici, cantine o garage.
E la serie orizzontale SMART H, adatta per le abitazioni già esistenti in quanto la macchina viene installata in posizione rialzata. La centrale è da collocare infatti nei locali tecnici isolati, nei sottotetti e nei controsoffitti mediante l’apposito kit con supporti anti vibrazione sospesa. Entrambe le soluzioni consentono di ottenere il massimo recupero delle calore dall’aria estratta indipendentemente dalle condizioni di temperatura esterna, garantendo una netta riduzione dei consumi per il riscaldamento degli ambienti. Inoltre, grazie alla reversibilità della pompa di calore, lo stesso prodotto è in grado di migliorare anche il comfort estivo mediante il raffrescamento attivo».
Ingegnere ci può dare un’indicazione di massima dei prezzi?
«Se prendiamo come esempio un appartamento tipo di 100 metri quadrati siamo intorno agli 8.000 euro per la macchina e ai 4.000 euro circa per l’installazione e la canalizzazione. C’ è però da dire che, anche per quanto riguarda la ventilazione meccanica controllata (VMC), oltre che per le riqualificazioni energetiche degli edifici, si può usufruire delle detrazioni fiscali del 50% per ristrutturazione. Si tratta di una detrazione Irpef o Ires (distribuita in 10 anni) pari al 50% della spese sostenute relative al prodotto, all’installazione e alla progettazione».

E se si abita in un appartamento con l’impianto di riscaldamento centralizzato? Si può installare un apparecchio con ventilazione meccanica controllata con funzione pompa di calore e raffrescamento come il modello ELFOFresh2 di Clivet che funge da base climatico di caldo e freddo. La potenza termica o frigorifera così generata copre fino all’80% del fabbisogno della casa, riducendo la potenza richiesta al sistema di climatizzazione principale, e quindi il suo costo impiantistico. L’apparecchio si presenta più piccolo di uno split, si può incassare nel controsoffitto di un corridoio, ed è dotato di una tubazione di estrazione dell’aria collegata all’esterno e di bocchette di immissione dell’aria (purificata e calda o fredda a seconda delle stagioni) in corrispondenza delle diverse stanze.

Niente pollini, niente smog, niente muffa. La casa ideale possiamo crearcela con i sistemi di ventilazione d’aria controllata. Tra i vari modelli proposti da Hoval, HomeVent® comfort FR (150) è ideale per abitazioni di dimensioni ridotte. L’apparecchio immette aria fresca libera da ogni inquinante senza disperdere il calore interno anzi trasmettendolo, attraverso uno scambiatore di calore a rotazione, all’aria immessa così da migliorare sensibilmente il bilancio energetico poiché risparmia molta più energia di quella necessaria per il suo funzionamento.Niente pollini, niente smog, niente muffa. La casa ideale possiamo crearcela con i sistemi di ventilazione d’aria controllata. Tra i vari modelli proposti da Hoval, HomeVent® comfort FR (150) è ideale per abitazioni di dimensioni ridotte. L’apparecchio immette aria fresca libera da ogni inquinante senza disperdere il calore interno anzi trasmettendolo, attraverso uno scambiatore di calore a rotazione, all’aria immessa così da migliorare sensibilmente il bilancio energetico poiché risparmia molta più energia di quella necessaria per il suo funzionamento.

se invece si è orientati per una soluzione più semplice, si può optare per lo split che, oltre ad avere la funzione di pompa di calore e raffrescamento, purifica anche l’aria. Ne va installato uno per ogni stanza, proprio come un condizionatore, ed è collegato a un’unità esterna. È di Daikin il modello Ururu Sarara, un apparecchio in grado di avere un controllo totale della qualità del clima domestico, con funzioni di raffrescamento, riscaldamento, purificazione dell’aria, ventilazione, umidificazione e deumidificazione. Ogni split ha un costo di circa 1.350 euro (esclusi Iva e installazione).Se invece si è orientati per una soluzione più semplice, si può optare per lo split che, oltre ad avere la funzione di pompa di calore e raffrescamento, purifica anche l’aria. Ne va installato uno per ogni stanza, proprio come un condizionatore, ed è collegato a un’unità esterna. È di Daikin il modello Ururu Sarara, un apparecchio in grado di avere un controllo totale della qualità del clima domestico, con funzioni di raffrescamento, riscaldamento, purificazione dell’aria, ventilazione, umidificazione e deumidificazione. Ogni split ha un costo di circa 1.350 euro (esclusi Iva e installazione).

Esplora il significato del termine: Poco più grande di uno scaldabagno il sistema di ventilazione comfort proposto da Zehnder. È stato infatti appositamente pensato per gli appartamenti di città, dove ogni minimo spazio è prezioso. Può essere facilmente installato all’interno dei pensili della cucina o in una nicchia e le tubazioni di distribuzione dell’aria, mascherabili, terminano con una griglia a filo muro sulla parte alta delle pareti di ogni stanza. Nonostante la dimensione ridotta, questa macchina è in grado di garantire un ricambio permanente dell’aria viziata e umida con aria fresca con un recupero di calore fino all’82%.Poco più grande di uno scaldabagno il sistema di ventilazione comfort proposto da Zehnder. È stato infatti appositamente pensato per gli appartamenti di città, dove ogni minimo spazio è prezioso. Può essere facilmente installato all’interno dei pensili della cucina o in una nicchia e le tubazioni di distribuzione dell’aria, mascherabili, terminano con una griglia a filo muro sulla parte alta delle pareti di ogni stanza. Nonostante la dimensione ridotta, questa macchina è in grado di garantire un ricambio permanente dell’aria viziata e umida con aria fresca con un recupero di calore fino all’82%.

Related Articles